Conseguenze Umane ed Ambientali dell’Inquinamento da Petrolio

Il petrolio è oggi il motore del mondo: è grazie a questo liquido viscoso (detto “oro nero” per la sua particolare ricchezza), che è possibile effettuare molte semplici operazioni quotidiane, come ad esempio spostarsi in automobile, viaggiare, fare uso del riscaldamento, ecc.petrolio in africa
Tuttavia, questo oro nero non è solo virtù per i paesi industrializzati, ma rappresenta anche una notevole fonte di povertà e di disagio per tutte quelle popolazioni che vivono nei pressi dei luoghi da cui il petrolio viene estratto.

Un esempio lampante è quello del Niger: la Shell, importante e famosa compagnia petrolifera, è al centro di numerose polemiche alle quali ci avviciniamo proprio per via delle conseguenze ambientali ed umane che lo sversamento e la fuoriuscita di petrolio nel Delta del Niger molto spesso provoca. Le popolazioni povere, che vivono in prossimità del fiume, spesso sono inconsapevoli di tutto ciò che può provocare, nel breve e nel medio termine, la fuoriuscita di questo liquido nero che fa muovere il mondo.
Basti pensare al fiume: esso viene continuamente sollecitato all’inquinamento delle acque, e nonostante l’acqua del fiume sia scorrevole e quindi continuamente sottoposta a ricambio, le analisi effettuate non sono affatto confortanti ma, anzi, sottolineano il grande rischio a cui si va incontro. Popolazioni che nei pressi di quel fiume fondano le loro case ed i loro villaggi, intere comunità che vivono in prossimità di quei terreni in cui piantano le loro coltivazioni, che risentono di questo inquinamento.

E ricordiamoci che la crisi sta colpendo anche noi ormai. Vediamo in questa immagine esplicativa come le multinazionali sfruttano i giacimenti petroliferi Africani. L’immagine si commenta da sola. Ingrandisci con un click. Maggiori informazioni su http://worsethanbad.org/living-with-shell-vivere-accanto-a-unazienda-che-guadagna-miliardi-a-scapito-vostro/le multinazionali sfruttano l'africa

Le conseguenze dell’inquinamento da petrolio, pertanto, non sono solo umane, ma anche sociali ed ambientali: sono conseguenze umane, se si pensa a tutte le malattie respiratorie e patologie della pelle (questo solo a breve termine, perché se pensiamo al lungo termine le patologie sono molto più gravi, pensiamo soprattutto ai tumori), ma anche conseguenze ambientali che si riflettono sulla flora e sulla fauna. Pesci, soprattutto, e tutte le specie viventi che vivono nei fiumi ed a ridosso degli stessi, che vengono uccisi dall’inquinamento petrolifero, ma anche terreni, intere distese di terreni potenzialmente fertili che perdono la loro fertilità proprio a causa di questo inquinamento.
Una situazione che riguarda non solo il Niger, ma anche molti altri luoghi nascosti, di cui non si fa cenno, ma che sarebbe bene invece ricordare.

Continua a dedicarti alla vita, continua a sostenerci.